Bambini e genitori dicono NO alle armi chimiche siriane

I bambini di San Ferdinando si mobilitano e scendono in piazza con i loro genitori per dire NO al trasbordo delle armi chimiche siriane al porto di Gioia Tauro.

Sono servite veramente a poco le rassicurazioni da parte del Governo. I cittadini di San Ferdinando hanno paura e non vogliono assolutamente che a pochi metri dalle proprie case, dalle proprie scuole, avvenga la pericolosa e tanto odiata operazione di trasbordo.

Ci sono tutti, scolari e studenti. Ognuno armato di cartellone o striscione. I più piccoli portano un foglio con su scritto il proprio nome cognome ed età.

Una catena umana formata dai bambini e dai genitori, per risvegliare la coscienza civile di tutta la Nazione contro la decisione assunta dal Governo.

Un corteo partito dalle scuole elementari e medie della piccola cittadina della Piana, che ha culmine a Piazza Generale Nunziante.